GNATOLOGO ROMA

 

La gnatologia è una branca dell’odontoiatria che si occupa dell’analisi e della correzione delle problematiche legate all’apparato masticatorio. Più specificatamente, lo gnatologo si occupa della clinica ad esso relativa, ovvero, prevenzione, diagnosi, trattamento e riabilitazione, e della gestione clinica del dolore oro-cervico-facciale. Normalmente dal punto di vista fisiologico il movimento mandibolare avviene in modo libero, senza andare ad incidere le strutture ad essa connesse, mentre nei casi di disturbi dell’articolazione della mandibola o malocclusioni ( disallineamento delle arcata dentale superiore e arcata dentale inferiore) questo movimento non è più libero, isotonico comportando disturbi di postura, di fonazione, all’udito, dolore cervicale, bruxismo, mal di testa, mal di schiena.


Chi è lo Gnatologo?


Lo gnatologo presso lo Studio Dentistico KOL a Roma è un dentista specializzato in gnatologia che va ad indagare il rapporto tra la postura e la posizione della mandibola del paziente in caso di alterazioni dell’articolazione temporo-mandibolare, bruxismo (sfregamento dei denti involontario), apnee ostruttive notturne e dolore oro-facciale.La nostra bocca è connessa al sistema oculare, muscolo- scheletrico,alla nostra colonna vertebrale e malocclusioni o tensione dei muscoli della mandibola possono provocare emicrania, dolore alle articolazioni, formicolio, dolore cervicale, lombalgia, dorsalgia. Al giorno d’ oggi la figura dello gnatologo è di fondamentale importanza in quanto tali disturbi sono sempre più diffusi nella popolazione, infatti milioni di persone manifestano problemi occlusali i quali, se non diagnosticati in tempo, possono trasformarsi in dolore cervicale, mal di schiena, mal di testa.

In cosa consiste la visita gnatologica presso lo Studio Dentistico KOL a Roma?



La visita gnatologica presso lo Studio Dentistico KOL a Roma solitamente si articola in due fasi. Nella prima fase colloquiale il dentista specializzato propone al paziente questionari per andare ad analizzare la storia clinica dei disturbi manifestati ed individuare i fattori scatenanti ovvero, se il paziente è solito digrignare i denti, se è sottoposto ad uno stress acuto, precedenti traumi, ecc.. Nella seconda fase lo gnatologo effettuerà un’ispezione clinica tramite la quale viene analizzato il funzionamento della mandibola, dei denti e dei muscoli. Una volta effettuata la visita gnatologica il dentista specializzato formulerà la diagnosi e sarà in grado di elaborare un percorso terapeutico per il paziente. Tale percorso prevede anche regole comportamentali: infatti spesso il paziente, inconsapevolmente, si ritrova a digrignare i denti nel sonno o a compiere piccoli e ripetuti gesti, apparentemente insignificanti, che però sottopongono la mandibola e le articolazioni ad uno stress elevato. In genere , dal punto di vista strumentale, è necessario effettuare un calco in gesso dell’arcata dentale superiore e di quella inferiore, per produrre un eventuale apparecchio ortodontico , ed una radiografia delle arcate dentarie.

 

 

 

Che cos’è il Bruxismo?

Quali soluzioni per il Bruxismo nello Studio Dentistico KOL a Roma?



Il bruxismo consiste nel digrignare i denti involontariamente durante la notte. Questo disturbo, se non adeguatamente curato, può causare una progressiva usura dei denti, fino a comprometterne i tessuti gengivali.Il sintomo più evidente del bruxismo è rappresentato dalla difficoltà di aprire la bocca al risveglio, accompagnato poi dall’ipersensibilità dei denti al caldo e al freddo, dolori alla mandibola e la dolenza cervicale. Il bruxismo viene di solito associato a situazioni importanti di stress, ma può essere causato anche da antidepressivi, sostante stupefacenti e farmaci anti-psicotici. Le cure contro il digrignamento dei denti sono volte a ridurre i dolori muscolari e la terapia gnatologica, accanto ad interventi di rieducazione comportamentale e riabilitativi, prevede l’utilizzo del bite dentale per il riposizionamento corretto della mandibola. Il bite dentale è una mascherina di resina la quale, essendo collocata nell’arcata dentale superiore o inferiore, va ad impedire ai denti di stridere evitando così l’usura dello smalto. E’ molto discreto e facile da indossare e  già dal primo utilizzo sarà possibile notare come i sintomi legati all’azione di digrignare i denti si attenuino. Il bite dentale mira a: ridurre il dolore cervicale, mal di testa, dolori alla schiena, ripristinare l’allineamento dei denti e a proteggere l’articolazione mandibolare.

gnatologo roma, gnatologo roma,gnatologo roma, gnatologo roma,gnatologo roma, gnatologo roma,gnatologo roma, gnatologo roma,gnatologo roma, gnatologo roma,gnatologo roma, gnatologo roma


 

 

 

 

Newsfeed