Le faccette dentali (dette anche estetiche o veneers) sono restauri estetici applicati dal medico sulla superficie esterna dei denti per migliorarne l'aspetto o riempire gli spazi che si vengono a creare tra due denti contigui; si tratta di sottili lamine in ceramica o porcellana da cementare su denti esteticamente imperfetti, queste vengono "incollate" saldamente alla superficie esterna dei denti (quella a contatto con le labbra) per renderli esteticamente migliori e privi di imperfezioni strutturali.

Tale applicazione non ha solo funzione estetica ma anche correttiva, per esempio una malocclusione dentale creata da un dente non perfettamente allineato può essere corretta attraverso una faccetta estetica posta sul dente stesso.

 

 

 

QUANTI TIPI DI FACCETTE ESISTONO?

Le faccette dentali non sono tutte uguali, cambiano lo spessore ed il materiale utilizzato:
- lo spessore si aggira intorno ai 0,3-0,7 mm e le sue dimensioni devono coincidere perfettamente con quelle del dente destinato al restauro;
- per quanto riguarda il tipo di materiale utilizzato, le più resistenti e lucide sono indubbiamente quelle in ceramica ed in porcellana. Seguono le faccette in composito con facilità a scheggiarsi, incrinarsi e macchiarsi dunque con longevità limitata ma che permettono il ripristino estetico funzionale in un'unica seduta: si tratta di un "trattamento d'urgenza", scelto dal paziente per risparmiare sul prezzo finale e per ottenere un risultato immediato.

 

 

 

ED I VANTAGGI?


Oltre a migliorare l'aspetto del sorriso nell’immediato - specie quelle in ceramica - assicurano un miglioramento estetico dentale duraturo e stabile nel tempo, nel pieno rispetto dei tessuti del parodonto. Da non sottovalutare anche la semplicità d'intervento: non si tratta di operazioni chirurgiche invasive e non è dolorosa.
Anche se non sempre raccomandate per motivi esclusivamente estetici, le faccette dentali possono essere utilizzate anche nei giovani pazienti: il margine tra il restauro e il dente risulta pressoché invisibile e la conseguente maturazione del parodonto non richiede alcuna sostituzione.

 

…MA GLI SVANTAGGI NON MANCANO


La principale nota dolente è il costo: sebbene possa variare in base al dente ed al tipo di materiale, il prezzo richiesto dal dentista per l'applicazione di una faccetta varia da (circa 600-2300 euro). Al costo eccessivo si aggiunge un altro inconveniente non trascurabile ossia, l'applicazione delle faccette estetiche su denti perfettamente sani di un giovane non è sempre consigliata per almeno due motivi:
1. La procedura richiede una rimozione della superficie dentale naturale del 3-30% tramite la limatura;
2. Si stima infatti che dopo 10 anni dall'applicazione, la metà delle protesi dentali superficiali debba essere sostituita da faccette estetiche nuove.

 



Vai all'articolo originale